F.A.Q.

È obbligatoria l’E.C.M.?

Sì, a partire dal 2002, anno in cui inizia la fase a regime del Programma nazionale di E.C.M. È esonerato dall’obbligo dell’E.C.M. il personale sanitario che frequenta, in Italia o all’estero, corsi di formazione post-base propri della categoria di appartenenza (corso di specializzazione, dottorato di ricerca, master, corso di perfezionamento scientifico e laurea specialistica, previsti e disciplinati dal Decreto del MURST del 3 novembre 1999, n. 509, pubblicato nella G.U. n. 2 del 4 gennaio 2000; corso di formazione specifica in medicina generale, di cui al Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n. 368, emanato in attuazione della Direttiva 93/16/CEE in materia di libera circolazione dei medici e di reciproco riconoscimento dei loro diplomi, certificati ed altri titoli; formazione complementare es.corsi effettuati ai sensi dell’art. 66 “Idoneità all’esercizio dell’attività di emergenza” di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 2000 n. 270 Regolamento di esecuzione dell’accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale; corsi di formazione e di aggiornamento professionale svolti ai sensi dell’art. 1, comma 1, lettera d) “Piano di interventi contro l’AIDS” di cui alla Legge 5 giugno 1990, n. 135, pubblicata nella G.U. n. 132 dell’8 giugno 1990) per tutto il periodo di formazione (anno di frequenza). Sono esonerati, altresì, dall’obbligo E.C.M. i soggetti che usufruiscono delle disposizioni in materia di tutela della gravidanza di cui alla legge 30 dicembre 1971, n. 1204, e successive modificazioni, nonché in materia di adempimento del servizio militare di cui alla legge 24 dicembre 1986, n. 958, e successive modificazioni, per tutto il periodo (anno di riferimento) in cui usufruiscono o sono assoggettati alle predette disposizioni.

Cosa sono i crediti formativi ECM?

I crediti ECM sono indicatori della quantità della formazione/apprendimento effettuata dai professionisti sanitari in occasione di attività ECM. Sono assegnati dal Provider ad ogni evento formativo e da questo attestati ai partecipanti a seguito dell’accertamento dell’apprendimento e ai docenti/tutor del programma formativo. Sono validi su tutto il territorio nazionale (cfr.: Regolamento applicativo dei criteri oggettivi dell’accreditamento del 13 gennaio 2010– pag.7)

A chi compete la certificazione dei crediti formativi erogati dal Provider?

La certificazione compete esclusivamente all’Ordine, Collegio o Associazione professionale di appartenenza del partecipante all’evento. Spetta al Provider, oppure nel caso della sperimentazione, all’ente accreditante, inviare i dati al COGEAPS che li rende disponibili alle suddette istituzioni per la certificazione. (cfr.: Accordo Stato-Regioni 5 novembre 2009)

In che modo i crediti ECM possono essere ottenuti oggi in Italia dagli operatori sanitari?

Attualmente, si possono ottenere i crediti ECM attraverso gli eventi formativi residenziali (congressi, conferenze, seminari) e attraverso i corsi a distanza (FAD) e corsi di Formazione sul Campo (FSC) accreditati dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua (CNFC), dalle Regioni o dalle Province autonome. I crediti ECM erogati dai corsi FAD rilasciati dalle Regioni e dalle Province autonome sono riconosciuti solo per i professionisti che operano sul territorio dell’ente accreditante. Invece i crediti ECM erogati dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua (CNFC) valgono su tutto il territorio nazionale.

Esiste un numero massimo di crediti ECM a distanza (FAD) che posso raccogliere per ogni anno?

No, tutti i crediti possono essere acquisiti anche solo in modalità FAD.

Quanti sono i Crediti formativi da acquisire per il triennio 2014-2016?

Ogni operatore sanitario deve acquisire 150 crediti formativi secondo la seguente ripartizione: 50 crediti/anno (minimo 25 e massimo 75 per ogni anno) per un totale di 150 nel triennio prevedendo la possibilità, per tutti i professionisti sanitari, di riportare dal triennio precedente (2011 – 2013) fino a 45 crediti (15 per ogni anno)

Chi è esonerato dalla partecipazione a eventi formativi ECM?

I professionisti sanitari che frequentano, in Italia o all’estero, corsi di formazione post-base propri della categoria di appartenenza e durante l’esercizio dell’attività professionale, sono esonerati dall’obbligo formativo ECM. L’esonero riguarda l’intero periodo di formazione nella misura di 4 crediti per mese e solo se il corso di formazione abbia durata superiore a 15 giorni per ciascun mese.
Sono altresì esonerati i professionisti sanitari domiciliati o che esercitano la propria attività professionale presso le zone colpite da catastrofi naturali in virtù dell’Accordo Stato –Regioni del 19 Aprile 2012 e della decisione della Commissione nazionale per la formazione continua del 20 giugno 2012 e limitata mente al periodo definito con determina della stessa Commissione.
Il professionista sanitario che frequenta corsi di formazione manageriale, ai sensi dell’articolo 16-quinquies del D.lgs. n. 502/92, è esonerato dall’obbligo formativo ECM nella stesa misura prevista al capoverso precedente.
La Commissione nazionale per la formazione continua si riserva di valutare eventuali posizioni non previste dal presente paragrafo
Occorre specificare che:
caso in cui il periodo di assenza dal lavoro ricadesse a cavallo di due anni, l’anno di validità per l’esenzione dai crediti sarà quello in cui il periodo di assenza risulta maggiore. Ad esempio: se l’astensione obbligatoria cade nel periodo da settembre 2003 a gennaio 2004, l’esenzione dall’obbligo di acquisire i crediti sarà valida esclusivamente per l’anno 2003, ossia per l’anno 2003 non si devono acquisire i crediti. Eventuali crediti percepiti nell’anno di esenzione non possono essere portati in detrazione per l’anno successivo, in quanto vengono assorbiti dal diritto di esonero vantato dall’operatore per le tipologie indicate precedentemente.
Esenzioni
Sono esentati dall’obbligo formativo ECM,nella misura di 4 crediti per ogni mese nel quale il periodo di sospensione dell’attività professionale sia superiore a 15 giorni ,i professionisti sanitari che sospendono l’esercizio della propria attività professionale a seguito di:

  • a.congedo maternità obbligatoria: D.lgs.n.151 del 26/03/2001e successive modifiche e integrazioni
  • b.congedo parentale: D.lgs.n.151 del 26/03/2001e successive modifiche e integrazioni
  • c.adozione e affidamento preadottivo: D.lgs.n. 151 del 26/03/2001e successive modifiche e integrazioni
  • d.adozione internazionale aspettativa non retribuita durata espletamento pratiche: D.lgs.n.151 del 26/03/2001e successive modifiche e integrazioni
  • e.congedo retribuito per assistenza ai figli portatori di handicap: D.lgs.n.151 del 26/03/2001e successive modifiche e integrazioni
  • f.aspettativa senza assegni per gravi motivi familiari così come disciplinato dai CCNL delle categorie di appartenenza
  • g.permesso retribuito per i professionisti affetti da gravi patologie così come disciplinato dai CCNL delle categorie di appartenenza
  • h.assenza per malattia così come disciplinato dai CCNL delle categorie di appartenenza
  • i.richiamo alle armi o servizio volontariato alla C.R .I.: Art.14 R.D. Legge 10/8/1928, n.2034 e artt.36 e 245 del R.D. n.484/1936 e successive modifiche e integrazioni
  • j.aspettativa per incarico direttore sanitario aziendale e direttore generale: Art.3 bis, comma 11 D.lgs.n.502/92 e successive modifiche e integrazioni
  • k.aspettativa per cariche pubbliche elettive : D.lgs.n. 29/93e successive modifiche e integrazioni; art. 2 L. 384/1979 e successive modifiche e integrazioni ; art. 16 bis comma 2bisD.lgs n.502/92 e successive modifiche e integrazioni
Sono validi i crediti acquisiti con la formazione individuale all’estero?

In merito ai criteri per l’attribuzione dei crediti formativi relativi alla formazione individuale svolta all’estero, la Commissione Nazionale per la Formazione Continua nel corso della riunione del 4 dicembre 2012, sulla base degli accordi Stato-Regioni del 1° agosto 2007 e del 19 aprile 2012, ha stabilito che:

  • l’Ordine/Collegio/Associazione professionale di riferimento acquisisce la documentazione del corso e, in base al numero delle ore di programma, rilascia l’attestato ECM considerando il 50% dei crediti con l’ipotesi di 1 credito per ora di formazione; se la formazione supera le 50 ore, viene considerato comunque un limite massimo di 50 crediti formativi ad evento, a cui si applica la riduzione del 50%.
  • Esempio 1: 50 ore di formazione all’estero = 25 crediti ECM
  • Esempio 2: 70 ore di formazione all’estero = 25 crediti ECM
  • Esempio 3: 15 ore di formazione all’estero = 7,5 crediti ECM

Nel caso il professionista non sia iscritto a nessun Ordine/Collegio/Associazione professionale, potrà inviare la documentazione alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua tramite una procedura informatizzata le cui modalità saranno successivamente comunicate.
(aggiornato 11/03/2013)
Decorrenza obbligo formativo
La Commissione Nazionale in data 4 dicembre 2012 ha adottato la seguente determinazione:

  • per i professionisti sanitari, vincolati all’iscrizione all’Albo professionale per l’esercizio della professione, l’obbligo formativo decorre dall’anno solare successivo a quello di iscrizione all’Albo professionale;
  • per i professionisti sanitari, non vincolati all’iscrizione all’Albo professionale, l’obbligo formativo decorre dall’anno successivo al conseguimento dell’abilitazione professionale.
Come faccio se sono in difficoltà con una lezione?

Per offrire ad ogni singolo iscritto una sempre migliore assistenza ed un supporto oltre che tecnico, anche scientifico, è attivo, sul Percorso Formativo, il servizio di Tutoring.
In caso di dubbi, incertezza o necessità di approfondimento, ciascun iscritto, chiamando il numero verde 800 198 966 potrà richiedere il supporto scientifico di uno specialista del settore che risponderà tramite e-mail o, se possibile, telefonicamente.

Come si acquisiscono i crediti?

Rispondendo correttamente ad almeno il 75% delle risposte di ogni questionario, si potrà accedere alla scheda di valutazione del corso FAD e dopo averla compilata sarà possibile scaricare dirterttamente dal sito l'attestato con i crediti ECM.

Quanto tempo ho per decidere l’iscrizione?

L’iscrizione ai corsi è possibile entro il mese di Settembre.

Come faccio per iscrivermi?

Per iscriversi al corso è sufficiente accedere alla sezione “Iscrizioni” di questo sito o chiamare il numero verde 800-198 966. L’abilitazione d’accesso al Percorso Formativo prevede il versamento della quota di partecipazione di € 180 (+ €2 di marca da bollo) che può essere corrisposta tramite una delle seguenti modalità:

  • carta di credito (sul sito Internet o tramite Call Center)
  • bonifico bancario a
    Marketing & Telematica Italia Srl presso:
    Banco Popolare Società Cooperativa Agenzia di Pero
    IBAN IT54K0503433560000000194170

IMPORTANTE:
dopo il pagamento inviare al n° di fax 02-38073208 copia del bonifico indicando:

  • nome del corso (PD)
  • nome e cognome dell’iscritto
  • codice fiscale
  • recapito telefonico